Elezione del nuovo direttivo

Venerdì 28 giugno nella nostra baita si è svolta l’elezione del nuovo direttivo, la prima dopo la modifica dello statuto per adattarlo alla nuova riforma del terzo settore. Dopo 10 anni Edi Gergolet ha deciso di lasciare la presidenza. Da tutte le Talpe del Carso un ringraziamento a Edi per tutto ciò che ha fatto per il gruppo in tutti questi anni.

Il nuovo direttivo eletto risulta così composto:

  • Presidente: Marco Bruzzechesse
  • Vice presidente: Emil Nemec
  • Segretario: Luca Tringali
  • Cassiere/economo: Giacomo Canciani
  • Magazziniere: Michele De Lorenzo

In bocca al lupo al nuovo direttivo!

Presentazione libro sul Foran di Landri

Sabato 4 maggio, nella sede del CAI di Cividale del Friuli, è stato presentato il libro “Foran di Landri. Il Landri svelato: ricerche e approfondimenti su una grotta tra storia e folklore”, pubblicato dall’A.S. Forum Julii Speleo. Il volume è il risultato delle ricerche effettuate dal Forum Julii tra il 2018 e il 2019 sulla grotta del Landri, a cui hanno contribuito anche le Talpe del Carso con il nostro socio Giacomo Canciani. Nel corso delle ricerche sono stati scoperti e esplorati quasi 80 m nuovi di sviluppo (grazie allo svuotamento per la prima volta del quarto sifone) ed è stato individuato un possibile nuovo ingresso alto che bypassa i primi due sifoni. Il libro descrive sia le nuove scoperte effettuate, sia gli aspetti geologici, biospeleologici, storici, antropologici e folkloristici legati al Foran di Landri.

Durante la serata, introdotta dai saluti del presidente del Forum Julii Stefano Gobessi e dei sindaci di Cividale, Faedis e Torreano, sono intervenuti alcuni degli autori che hanno contribuito alle ricerche e alla scrittura del libro. Martina Colautti ha descritto la storia delle esplorazioni e le nuove scoperte fatte nel corso dell’ultimo anno, oltre ai miti e leggende legati alla cavità. Soraya Pedone ha spiegato dove si trova la grotta e come raggiungerla. Giacomo Canciani ha parlato delle specie animali che abitano il Foran di Landri. Ilaria Dreossi ha descritto gli aspetti geologici legati alla grotta e all’area circostante. Cristiano Toffoletti ha parlato degli aspetti storici e archeologici della cavità. La serata si è conclusa con un rinfresco offerto ai quasi 150 partecipanti che hanno assistito alla conferenza.

Il capitolo del libro dedicato alla fauna cavernicola, scritto dal nostro socio Giacomo Canciani, si può leggere cliccando su questo link: https://www.kraskikrti.net/varie/La-fauna-cavernicola-del-Foran-di-Landri.pdf

Il tracciamento delle acque

In seguito ai tracciamenti di fine giugno, a cui abbiamo partecipato con le poche forze disponibili, l’Università di Trieste ci ha comunicato il passaggio del tracciante: per capire meglio la situazione, abbiamo pensato di segnare i punti su una rappresentazione LiDAR, per farci una idea di come si muova l’acqua. Il punto blu rappresenta l’immissione della fluoresceina, gli altri i punti di campionamento.

Non solo è strano che il palese canalone tra Doberdò e Pietrarossa non porti affatto acqua, ma è pure strano che a Sablici Idrometro il tracciante arrivi dopo 24 ore dall’immissione e a Sablici 2 arrivi ben 48 ore dopo (nonostante in linea d’aria Sablici 2 sia più vicino), e che a Sablici 4 non arrivi proprio. La spiegazione più “semplice” è che tutta la zona tra Jamiano e Sablici sia attraversata da una serie di canaloni sotterranei con vari sifoni. Abbiamo già cominciato a esplorare la zona in cerca di cavità che possano affacciarsi sull’acqua e permetterci di capire quali siano i corsi d’acqua sotterranei principali.

Ciao mondo!

Ricomincia oggi il nostro sito web, interrotto alcuni anni fa. Non sappiamo ancora dove ci porterà: per ora è solo un posto per pubblicare i risultati della nostra attività speleologica. Non pubblicheremo spesso, cercheremo di farlo solo quando avremo qualcosa da dire.